20 Red Lights

 

Il COVID-19 ha cambiato molto non solo la nostra vita personale, ma anche il modo di lavorare e la creatività della maggior parte dei progetti.

Garantiamo la sicurezza sui nostri set sia per la crew che per i clienti, seguendo a menadito le linee guida statali e impegnandoci a trovare le migliori soluzioni in ogni situazione.

È possibile filmare all’aperto?

Sì, è possibile

È possibile filmare al chiuso?

Sì, è possibile

C’è un limite di persone per entrambe le situazioni?

No.

È possibile avere un sistema di streaming sul set per visionare il girato da remoto?

Sì, e abbiamo esperienza nelle riprese a distanza, anche con il regista e il DOP collegati dall’estero!

È richiesto un test COVID-19 prima delle riprese?

No, solo Green Pass.

Quali sono i protocolli di sicurezza concordati?

Responsabile Covid (ha la responsabilità di monitorare che le attività sul set siano nel pieno rispetto del protocollo), mascherine chirurgiche e FFP2, gel mani, distanza di almeno 1 metro, sanificazione dell’ambiente, pasti confezionati singolarmente, misurazione della temperatura corporea giornaliera.

È consentito viaggiare nei confini italiani?

Sì.

I clienti esteri possono viaggiare in Italia? Se sì, a quali condizioni?

Sì. Per entrare in Italia è necessario mostrare una prova di vaccinazione completa. Non c’è più bisogno di compilare il dPLF.

Non c’è più bisogno di mostrare il Green Pass per accedere a trasporti, ristoranti, hotel o altre attività.

Dal 1 maggio, è obbligatorio indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2 nei seguenti casi:

a) per l’accesso ai principali mezzi di trasporto (aerei, barche, traghetti, treni, bus);

b) per gli spettacoli aperti al pubblico che si svolgono al chiuso in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, locali di intrattenimento e musica dal vivo e in altri locali assimilati, nonché per gli eventi e le competizioni sportive che si svolgono al chiuso.

Ultimo aggiornamento: 6 Maggio 2022